Viaggio su misura

Il museo della guerra del Vietnam: guida completa

Aggiornato al 5 giugno 2024

Il museo della guerra del Vietnam è considerato una gigantesca testimonianza dei crimini di guerra e i manufatti qui esposti possono riportarci al doloroso passato.

Il museo dei residuati bellici o il museo della guerra del Vietnam di Ho Chi Minh City è considerato una gigantesca testimonianza dei crimini di guerra e i manufatti qui esposti possono riportarci al doloroso passato. Non si tratta di una semplice sede espositiva, ma di una sosta come nessun'altra, ricca e commovente.

Il museo della guerra del Vietnam è l'unica località vietnamita premiata nel 2023 nell'elenco delle 99 destinazioni più attraenti al mondo secondo l'applicazione di deposito bagagli Stasher. Questo luogo è anche nella lista dei 25 migliori musei dell'Asia pubblicata dalla rivista The Travel e accoglie ogni anno quasi un milione di visitatori.

Esploriamo il museo più visitato di Ho Chi Minh City, una tappa obbligata per chi è curioso e ama la storia vietnamita!

1, Storia e manufatti del Museo dei resti di guerra

Il Museo dei Residuati Bellici fa parte del sistema dei Musei per la Pace nel Mondo e del Consiglio Mondiale dei Musei (ICOM). Aperto al pubblico dal 4 settembre 1975, il museo conserva attualmente più di 20.000 documenti, tra cui foto, oggetti e rapporti del XX secolo.

In un edificio di tre piani sono esposti circa 1.500 documenti. Il materiale è suddiviso in 9 temi distinti.

L'esposizione all'aperto arricchisce il percorso e regala una meravigliosa esperienza ai visitatori.

Oltre alle mostre permanenti su vari argomenti, ospita anche mostre temporanee che esplorano temi specifici, nonché incontri e scambi sulla storia e sulla promozione della pace.

2, Cosa vedere al museo della guerra del Vietnam?

2.1, Esposizione all'aperto - Equipaggiamento militare

Appena varcato il cancello, sarete estremamente colpiti dalla maestosa collezione di veicoli blindati, carri armati M84 e M41, aerei da ricognizione, jet, artiglieria, elicotteri e piccole navi da guerra. L'esercito vietnamita li ha portati tutti come trofei dopo la vittoria.

visita museo guerra vietnam

2.2, Piano terra - "voce" che si oppone alla guerra ingiusta

Lo spazio al primo piano del Museo dei Residuati Bellici espone il tema: "Il mondo ha sostenuto la resistenza del Vietnam contro gli Stati Uniti" nel periodo 1954-1975. Il tema comprende 100 foto e 145 manufatti che ritraggono raduni, dimostrazioni, conferenze e seminari di persone provenienti da Paesi di tutto il mondo, che protestano contro l'invasione statunitense e sostengono la guerra giusta del Vietnam. Si possono vedere anche oggetti donati da veterani di guerra americani.

In particolare, i visitatori possono visitare il tema: "Regime carcerario durante la guerra d'invasione in Vietnam" con modelli di prigione costruiti dagli Stati Uniti e dal governo di Saigon per reprimere i soldati rivoluzionari. La cella ha una superficie di soli 5 m², composta da due stanze con filo spinato strettamente avvolto. Questo è anche un luogo che lascia ai visitatori molte emozioni quando assistono ai metodi di tortura attraverso immagini e manufatti di scene di prigione che sono paragonate all'inferno sulla terra. Anche se si tratta di un prodotto di simulazione, è riuscito a rappresentare le dolorose torture subite dai prigionieri.

museo resti guerra vietnam

La ghigliottina è alta 4,5 m, la lama pesa 50 kg ed è stata portata in Vietnam dalla Francia all'inizio del XX secolo per reprimere il movimento rivoluzionario.

2.3, Primo piano - denuncia dei crimini dei soldati americani

Al primo piano del museo sono esposti i temi "Crimini di guerra di aggressione" e "Conseguenze dell'Agente Arancio".

In particolare, il tema "Crimini di guerra di aggressione" comprende 125 foto, 22 documenti e 243 manufatti tra cui fucili, lance, armi, ecc. I manufatti stessi dicono molto sulla storia, sui crimini terrificanti e sulle dolorose conseguenze della guerra sul Paese e sulla popolazione del Vietnam.

Nello spazio espositivo tematico "Conseguenze dell'Agente Arancio", i visitatori potranno vedere più di 100 foto, 10 documenti e molti oggetti diversi che riflettono i crimini dei soldati americani e la devastazione dell'Agente Arancio. Rappresenta il dolore dei bambini vittime della guerra chimica e li incoraggia a lottare per sopravvivere.

Inoltre, al primo piano del Museo della guerra del Vietnam, i visitatori possono ammirare molte ossessioni sul massacro di My Lai (Son My, provincia di Quang Ngai) e sui crimini di guerra attraverso la famosa foto "Bambina del napalm" del giornalista Huynh Cong Ut (Nick Ut).

museo guerra vietnam

2.4, Secondo piano - collezione di foto sulle conseguenze della guerra

Al secondo piano, i visitatori potranno visitare il tema "Fatti storici" attraverso 66 foto, 20 documenti scritti a mano e 153 manufatti. Il tema ricorda il processo di invasione dei colonialisti francesi e degli imperialisti americani sul territorio vietnamita. Non appena il Nord del Paese ottenne l'indipendenza, l'esercito statunitense entrò in guerra, violando gli accordi di Ginevra. I dispiegamenti militari, i bombardamenti e le sparatorie diventano sempre più violenti. Questo spazio lo rappresenta in modo onesto e diretto.

Questo luogo si distingue anche per il tema "Memoria" che comprende una raccolta di foto di giornalisti morti mentre lavoravano sul campo di battaglia dell'Indocina, realizzata da due giornalisti britannici, Tim Page e Horst Faas, con il supporto  dell'Agenzia di informazione sul Vietnam. La raccolta comprende 275 foto scattate da 134 giornalisti di 11 Paesi diversi che sono morti mentre lavoravano sul campo di battaglia dell'Indocina. Un messaggio pieno di sangue, lacrime e sofferenza lanciato da persone coraggiose e amorevoli.

A seguire, la mostra tematica "Guerra e pace in Vietnam", che comprende 123 foto scattate dal fotografo giapponese Ishikawa Bunyo, che evidenziano i lati oscuri della guerra e sottolineano i valori della pace. Ishikawa Bunyo ha vissuto e lavorato in Vietnam dal 1965 fino alla fine della guerra come inviato di Focus Studio Hong Kong. Nel 1998 ha donato la maggior parte delle sue opere fotografiche al museo della guerra del Vietnam.

Non perdetevi le 42 opere di un altro fotografo giapponese, Goro Nakamura, sul tema "Agent Orange nella guerra del Vietnam". Dal 1961 si è dedicato a scattare foto documentarie della guerra del Vietnam. Si è dedicato a mettere in luce la tragedia dell'Agente Arancio, un'arma chimica dal terribile potere distruttivo utilizzata dall'esercito statunitense, e ha denunciato le devastanti conseguenze di questa guerra chimica sulla vita di innumerevoli persone innocenti.

Le collezioni fotografiche offrono uno spaccato della vita in tempo di guerra e degli sforzi per la pace del popolo vietnamita.

I reperti del Museo dei Residuati Bellici, anche se a volte sono ossessionanti, sono estremamente importanti per comprendere la storia del Vietnam e i sacrifici del popolo vietnamita. Si tratta di un'esperienza intensa che tocca la mente e il cuore e fa riflettere sulle conseguenze della guerra e sull'importanza della pace.

museo resti guerra vietnam

3, Informazioni

Indirizzo: 28 Vo Van Tan, distretto 3, Ho Chi Minh City

Apertura: dalle 7:30 alle 17:30 tutti i giorni, compresi i giorni festivi e il Tet (Capodanno lunare).

Prezzo del biglietto: 40.000 VND/persona (~1,5 €)

Fonte d'informazionehttps://baotangchungtichchientranh.vn/

Scopri di più: I migliori musei Vietnam da visitare


Author
Scritto da

Nguyen Anh

Nguyen Anh è il responsabile di marketing presso Asiatica Travel con 6 anni di esperienza. I suoi brani offrono racconti vividi, foto e video di alta qualità su destinazioni famose e luoghi meno conosciuti. 

ALTRO ARTICOLO

15 isole imperdibili in Thailandia (lista completa)

Le isole della Thailandia non solo vantano spiagge meravigliose grazie sabbia bianca, ma sono anche caratterizzate da numerose isole calcaree in acqua blu. 

11 migliori spiagge & isole vicino a Bangkok

Dopo aver goduto della vivace atmosfera urbana a Bangkok, potete scegliere di rilassarvi sulle migliori spiagge vicino a Bangkok suggerite di seguito.

Migliori 10 isole in Vietnam (Lista completa)

Se i paesaggi e la gente del Vietnam catturano il cuore di molti viaggiatori, le sue isole e spiagge sono anche molto impressionanti. Anche se non raggiungono la fama della Thailandia, offrono scenari incontaminati con acque turchesi, resort accoglienti e un'atmosfera tranquilla, perfetta per chi cerca il tranquillità. Ecco lista delle 10  isole più belle per la vostra vacanza in Vietnam.

Vietnam mare: 25 spiagge più belle (lista completa)

Con la lunghezza dei 3.260 km della costa, il Vietnam possiede molte belle isole e spiagge. Esploriamo subito le 25 spiagge Vietnam più belle del Vietnam mare!

Alla scoperta del Santuario di My Son

Il Santuario di My Son è un famoso patrimonio storico della provincia di Quang Nam, con un complesso architettonico di molti templi Champa risalenti a secoli fa.

06 ragioni per visitare la Thailandia

Thailandia è senza dubbio una delle mete di vacanza più esotiche e divertenti del mondo. In nessun ordine particolare, qui ci sono 6 ragioni per visitare la Thailandia.

contact
Contattaci